Rappresentazione Teatrale:


In: Abruzzo : L'Aquila : Tagliacozzo

Descrizione
Teatro Talia

Nel 1880 dalla penna di Henry James nacque Washington Square.
Nel 1950 la Paramount ne trasse un film: L'Ereditiera, con la regia di William Wyler con Olivia de Havilland.
Nel 1982 la Cooperativa Teatrale Il Carro ne ha tratto uno spettacolo, su un testo di Annibale Ruccello e Lello Guida, trasferendo l'intera vicenda dalle nebbie di New York nel magico incanto del golfo di Napoli (o meglio di Sorrento).
Nel 2003, la compagnia (da intendersi in compagnia con la produzione, gli attori, il musicista, lo scenografo...) si appropria di questo strano testo.
In principio c'è un luogo scenico, nero, incorniciato da lampadine, come gli specchi degli attori, o come il teatro del varietà, o come una scenografia di uno show televisivo di qualche decennio fa.
Poi ci sono dei siparietti, quasi dei separè, delle cartoline di stanze dell'ottocento, cineserie e parati dipinti.
Musiche, molte e le più svariate, tutte conviventi tra loro, quasi a braccetto in un’ipotetica passerella di suoni. Sfila un pò di tutto: da Angela Luce a La traviata, da Via col vento a il Boogie Woogie. Ci sono anche musiche originali, ma anche loro vivono in un gioco di citazioni, qualcuna ricorda un altro spettacolo, qualcuna la Pantera Rosa, e qualcun'altra non ricorda niente ma amerebbe essere ricordata.
In questo luogo, e su queste musiche, si muovono sette attori per otto personaggi, ma forse anche qualcuno in più. E' difficile definirli, sono di natura ondivaga, assumono forme e stilemi recitativi molteplici, si potrebbe pensare a dei camaleonti. Sono tutti ambiguamente vestiti secondo il secolo ottocento, ma il loro pensiero spazia ben oltre, creature eclettiche ma molto umane.
In questa scena, con queste musiche e grazie a questi attori si racconta una storia, e anche più, una storia che inizia nell'ottocento e finisce nel novecento, una storia d'amore e disamore. Questa storia ha dentro di sé altre storie, anch'esse storie d'amore e disamore. Queste storie raccontano la fine delle storie, e la fine dell'amore (e del disamore); raccontano come si racconta una storia e come per raccontarla siano tante le possibilità: come una farsa di Scarpetta, come un film hollywoodiano, come una sceneggiata, come un dramma borghese, come un musical, come un balletto, come una canzoncina, come un duetto, come una fotografia, come una promenade, come un crescendo, come un morendo.


Periodo: la manifestazione si è tenuta in passato il ed è presa dal nostro archivio storico.
Se l'evento si ripeterà anche quest'anno per favore segnalaci le nuove date »

Il testo è stato gentilmente fornito da: Promozione e Distribuzione Teatro Stabile di Innovazione


Rappresentazione Teatrale: si svolge nel mese di febbraio, visualizza le altre pagine di Cultura e Spettacolo: Cultura e Spettacolo a febbraio in tutta Italia, Cultura e Spettacolo in Abruzzo oppure le sole pagine di Cultura e Spettacolo a L'Aquila.






Girando in Abruzzo... “25' Sagra della bruschetta”
Nella frazione di Tozzanella vi aspetta, la Sagra della bruschetta per due serate all'insegna del gusto e del divertimento. Sabato 12 alle 15:00 Concerto bandistico "Domenico Fabii città di Tossicia"; Alle 15:30 Estemporanea di pittura; Alle 17:30 Santa Messa con processione in onore di San... [continua]

Girando in Abruzzo... “Sagra del Tartufo”
Sagra del Tartufo, all'insegna del gusto e della tradizione. Pranzo, cena e stand gastronomici a base di tartufo x tutto il giorno. Inoltre, Mostra mercato del tartufo e dei prodotti tipici locali; Gara cinofila di ricerca tartufi (sabato 19 agosto ore 16:00); Esposizione nei locali della Piazza... [continua]