Comuni d'Italia
Comuni d'Italia
Abruzzo
Basilicata
Calabria
Campania
Emilia Romagna
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Liguria
Lombardia
Marche
Molise
Piemonte
Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Trentino Alto Adige
Umbria
Val d'Aosta
Veneto




NEWSLETTER
Iscriversi alle news di GiraItalia è gratis!
Gennaio
Febbraio
Marzo
Aprile
Maggio
Giugno
Luglio
Agosto
Settembre
Ottobre
Novembre
Dicembre
Siti Partner

Sabato 01 novembre 10:29:03

Home Page Collabora con Noi Banner e Link Pubblicità Newsletter  Contatti

Simona Rei - In mostra a Reggio Emilia le opere dell’artista reggiana


Percorso: Italia : Emilia Romagna : Reggio Emilia : Reggio Emilia


Descrizione: Da lunedì 9 a venerdì 27 febbraio, Fondazione Dominato Leonense e Cassa Padana Bcc presentano, presso Palazzo Caffari – luogo storico situato nel cuore di Reggio Emilia – la mostra personale di Simona Rei, giovane pittrice di talento nata nella provincia reggiana.

E’ un territorio affascinante quello che ha deciso di esplorare l’artista con la sua arte, poiché esprimere modi d’essere e stati d’animo, con figure maschili e femminili, apre le porte alla fantasia.
Attraverso la tela riesce infatti ad esprimere ogni genere di emozione. Il suo stile è figurativo e simbolico.

Simona Rei, che fin da bambina ha dimostrato attitudine e passione verso il disegno e tutto ciò che ad esso è collegato, è approdata a questo genere pittorico in quanto offre la possibilità di rappresentare in ogni corpo e in ogni volto una scelta di vita, che per il mondo attuale può anche essere considerata comune, ma che molte volte si cerca di nascondere dietro alla più candida delle apparenze.

Vivere per piacere agli altri ci porta ad indossare maschere di ogni genere che raramente lasciamo scivolare via facendo strada alla nostra reale personalità, l’unica possibilità che resta per non farsi schiacciare dalla volontà degli altri, è quella di mostrarsi senza inutili ipocrisie.

L’artista ha scelto di rappresentare il corpo utilizzando contraddizioni sia nei momenti ritratti sia nei colori, inserendo oggetti, della vita quotidiana e drappeggi con forti colori. Certezze e incertezze trovano spazio nello stesso dipinto a voler sottolineare come nella vita “Tutto diventa il contrario di tutto”.

Dunque ecco sfilare davanti a noi figure alle volte semplici, intriganti, appassionate che vedono riflessa la propria anima, con la consapevolezza che essa rimarrà ben nascosta. La voglia di dipingere nasce da lontano, è un bisogno irrefrenabile di esprimere le proprie emozioni, di condividere con gli altri il proprio modo di vedere il mondo, forse è una ricerca di condivisione.

Palazzo Caffari, luogo un tempo dedicato all’assistenza dei poveri e dei bisognosi ove le Suore Clarisse trovarono la loro dimora, diventa oggi l’anello per collegare il passato con l’arte dei nostri giorni.


INFORMAZIONI:

DURATA: Dal 9 al 27 febbraio 2009
LUOGO: Palazzo Caffari – Sede Filiale Cassa Padana Bcc
Via Santo Setfano 25/27, Reggio Emilia
ORARI: Dal lunedì al Venerdì, dalle 8.00 alle 13.00 e dalle 14.30 alle 15.30
INGRESSO LIBERO

Contatti:
tel. 0522541742
www.fondazionedominatoleonense.it


Periodo: ATTENZIONE: La manifestazione si è tenuta in passato, non si sa se si terrà anche nell'anno in corso e in quali date.
Clicca qui per suggerire le nuove date

Il testo è stato gentilmente fornito da: Fondazione Dominato Leonense

Simona Rei - In mostra a Reggio Emilia le opere dell’artista reggiana si svolge a febbraio, visualizza le altre manifestazioni della tipologia Mostre a febbraio e altre manifestazioni della tipologia Mostre: Mostre in Emilia Romagna e Mostre a Reggio Emilia






Girando per l'Italia... “Romanticismo e avventura: fiera Skyline Wedding”
Se siete futuri sposi, amate l'avventura e siete in cerca di un'idea originale per il giorno delle vostre nozze, non perdete la 1a edizione della fiera per gli sposi "Skyline Wedding" in calendario domenica 22 settembre dalle 10 alle 19 presso Villa Pighet di Ponteranica, a soli 4 km da Bergamo,... [continua]


Girando per l'Italia... “La grande retata, settembre 1942”
Prima dello scoppio della Seconda Guerra Mondiale, Lodz era una città multiculturale dove vivevano insieme polacchi, tedeschi, russi, cechi, armeni ed ebrei che costituivano circa un terzo della popolazione. Dalla nascita del ghetto alla deportazione di massa degli ebrei la citta' visse una... [continua]