Palio della Rocca


In: Marche : Pesaro Urbino : Serra Sant'Abbondio

Descrizione
Il borgo di Serra Sant’Abbondio, ai piedi del monte Catria, ospita la 32esima edizione del Palio della Rocca. Per quattro giorni Serra, si tufferà in epoca medievale trasformandosi in un antico borgo del XV secolo. L’evento è sia ricerca e rievocazione storica che competizione tra i tre castelli e i tre borghi. Nel paese, con la sfilata in costume, gli addobbi delle vie, l’apertura delle osterie e delle botteghe artigiane, si ricrea l’atmosfera tra la fine del ‘400 e gli inizi del ‘500. Serra si trasformerà in un borgo medievale riproponendo arti e mestieri. Grazie a un dettagliato e approfondito studio dei costumi e dei modi di vita di quel periodo, verranno riproposti numerosi mestieri. L’evento è sia ricerca e rievocazione storica che competizione tra i tre castelli e i tre borghi. Serra aveva nel suo territorio tre Castelli: quello di Leccia, Colombara e Serra Sant’Abbondio o di Sant’Onda. In epoche successive vennero edificati i tre borghi: Montevecchio, Poggetto e Petrara. Questi tre castelli e borghi si contendono il Palio della Rocca raffigurante l’immagine di Sant’Abbondio, prete romano e martire sotto la persecuzione di Diocleziano, attraverso una spettacolare corsa delle oche, gioco molto in voga nel periodo medievale e rinascimentale. Il momento più atteso, come tradizione, domenica 9, quando nel pomeriggio si terrà il Palio della Rocca. Al sesto rintocco della campana scatterà la storica disfida tra i castelli con la famosa e spettacolare corsa delle oche. Si inizierà con la spettacolare parata in costume dei Signori dei Castelli e delle compagnie figuranti. Verranno accolti dal signore del castello principale accompagnati da un alfiere con lo stendardo simbolo del proprio castello e dalle oche protagoniste indiscusse della manifestazione seguite dal proprio ocaro. Prima del “Palio della Rocca”, “Lo Palio dei Monelli”. I bambini dei castelli si sfideranno in una prima corsa delle oche. Non mancheranno come sempre momenti d’approfondimento culturale. Il sipario sulla 32esima edizione si alzerà venerdì 7 con l’inaugurazione della mostra pittorica a cura dell’artista londinese Peter Town, con la partecipazione del coro H. B. Pergolesi. A seguire il convegno “Il Medioevo a tavola. Banchetti e cibi di signori, cavalieri, contadini e monaci dell’età di mezzo”, a cura del proessore Normando Lombezi. Al termine apriranno le antiche osterie dove degustare piatti tipici. Alle 19.30 il Banchetto de la corte: cena medievale su prenotazione con intrattenimento della compagnia “Grifone della Scala” e i musici “Picari Frentani”. Alle 21:00 il rito: il notaro leggerà il bando aprendo solennemente la manifestazione. Durante la serata lo spettacolo teatrale dialettale a cura della Compagnia del Maggio, spettacoli itineranti per le vie del centro storico e musica con il gruppo musicale “Picari Frentani”.
La giornata di sabato 8 si aprirà alle 17 con i giochi medievali per i più piccoli. Nel borgo arti e mestieri con la compagnia d’arme “Grifone della scala” e spettacoli di falconeria a cura del gruppo “Strix Falcon”. Per cena apriranno l’Osteria de li Castelli, di Sant’Honda e la taverna del Mandriano. Alle 21:00 si entrerà nel vivo dell’evento con il Palio straordinario di San Biagio, compatrono di Serra. Una particolare corsa delle oche che vedrà le donne contendersi la vittoria. La serata s’accenderà con lo spettacolo di falconeria del gruppo “Strix Falcon” e l’intervento della compagnia d’arme “Grifone della Scala”, e la musica caratteristica dei gruppi celtici “Cisal Pipers” e “Sturm e Drunk”.
Il clou, come sempre, domenica, quando il borgo si riempirà di visitatori e turisti per assistere al Palio. Dalle 15.30 spettacoli d’armi, falconeria, giocoleria, focoleria, e sbandieratori. Spazio poi alla parata in costume dei signori dei castelli e delle compagnie figuranti. Il castellano di Serra darà il benvenuto ai suoi ospiti. Alle 17.30 “Lo Palio dei Monelli”, quindi il Palio della Rocca dalle mille emozioni. Al sesto rintocco della campana la storica disfida tra i castelli con la corsa delle oche. Per cena apriranno le osterie, quindi lo spettacolo di focoleria “The Show” a cura del gruppo “Fuochi Fatui”, l’esibizione dei tamburini e sbandieratori di Montecassiano, musica e spettacoli itineranti e il gran finale con lo spettacolo pirotecnico che accenderà il borgo.Domenica 16 la consegna del palio e la cena della pace.


Indirizzo: corso Dante Alighieri

Periodo: ATTENZIONE: La manifestazione si è tenuta in passato nelle seguenti date: , 8, 9, settembre, non si sa se si terrà anche nell'anno in corso e in quali date. Suggeriamo di verificare sul sito ufficiale della manifestazione.
Clicca qui per segnalare le nuove date »

Il testo è stato gentilmente fornito da: Marco

Sito Web: https://it-it.facebook.com/paliodellaroccaserra/


Palio della Rocca si svolge nel mese di settembre, visualizza le altre pagine di Cortei Storici: Cortei Storici a settembre in tutta Italia, Cortei Storici nelle Marche oppure le sole pagine di Cortei Storici a Pesaro Urbino.


Tutti gli Eventi della settimana a Pesaro Urbino e provincia:

  • il a Isola del Piano (PU)


Tutte le Manifestazioni nelle Marche in corso:

  • dal al a Cagli (PU)
  • dal al a Monsampaolo de Tronto (AP)
  • Cantamaggio nel mese di a Pioraco (MC)
  • Sagra della Porchetta nel mese di a Apiro (MC)
  • Sagra del Calcione e del Raviolo nel mese di a Treia (MC)
  • Sagra del Fungo nel mese di a Cessapalombo (MC)
  • Sagra dell'Oca Arrosto nel mese di a Treia (MC)
  • Sagra dei Vini Tipici Marchigiani nel mese di a Montecassiano (MC)




Girando nelle Marche... “Moregnano DiVino”
Il borgo cittadino di Moregnano, ospiterà due giorni di degustazione dei migliori vini locali, selezionati di anno in anno da esperti sommelier e piatti tipici ricercati, con il supporto delle aziende agricole locali per garantire un connubio di eccellenze a 360 gradi. Durante tutta la serata,... [continua]

Girando nelle Marche... “Sagra del Maialno alla Brace”
Sagra all'insegna della buana cucina e del divertimento. Il protagonista è il Maialino, quello che lo rende speciale è la preparazione. I maialini appena macellati ricevono una salatura ad arte, vengono lasciati riposare per 4/5 giorni e poi vengono cotti col metodo asado, brace leggera e... [continua]