Giorgio Vasari: Santo è Bello


In: Toscana : Arezzo : Mostre Arezzo : Arezzo

Descrizione
In mostra anche il Cristo nell’orto degli Ulivi, custodito nella clausura di Camaldoli
È stata inaugurata il 20 di aprile, Mercoledì Santo, nel Palazzo Vescovile di Arezzo l’esposizione “Giorgio Vasari: Santo è Bello”.
La Chiesa aretina-cortonese-biturgense ha inteso ricordare con l'evento il quinto centenario del Battesimo del grande artista del Rinascimento, avvenuto il 30 luglio 1511 nella Pieve di Santa Maria in Arezzo.
La mostra raccoglie undici opere di Giorgio Vasari, gli stendardi processionali dipinti dal Maestro, il Cristo nell'orto degli Ulivi proveniente dal Monastero di Camaldoli, per la prima volta dopo secoli accessibile ai visitatori, i pannelli dei Santi Donato e Domenico, già nel trittico di Santa Maria Novella in Arezzo e da decenni collocati a Firenze.
L’allestimento museale temporaneo al piano terra del palazzo vescovile, prevede che accanto ai dipinti di Vasari, siano esposte, nella stessa manifestazione, alcune scelte opere del museo diocesano, ritenute rilevanti per una adeguata contestualizzazione della produzione artistica del genio aretino.
L'Arcivescovo Riccardo Fontana, la Dottoressa Daniela Galoppi, direttrice del museo diocesano, l'Architetto Giaclaudio Papasogli Tacca, progettista del nuovo museo diocesano MUDAS, e la Dottoressa Serena Nocentini, direttrice dell'Ufficio Beni culturali della Diocesi hanno illustrato la mostra in un'affollatissima conferenza stampa con oltre 150 intervenuti.
Il titolo dell'esposizione riecheggia i contenuti più volte ripetuti da Vasari e particolarmente nella Vita del Beato Angelico. Al concetto rinascimentale di attenzione per l'uomo la santità fornisce un valore aggiunto. Santi e bellissimi sono i quattro giovani aretini Lorentino, Pergentino, Flora e Lucilla che Vasari varie volte raffigura con tale perfezione stilistica che si impongono tra i loro coetanei. Le sottilissime aureole sono perfino pleonastiche, giacchè i quattro giovani campioni della fede si distinguono per la loro bellezza, come a ripetere ai loro coetanei di ogni generazione, che la Grazia perfeziona la natura, che la ricerca della santità è un'avventura che vale la pena di essere percorsa. “L’esposizione non è il solito lancio di cose futuribili; l'architetto Papasogli ci propone un laboratorio moderno, non un deposito. Abbiamo già avuto occasione di ragionare del nuovo museo diocesano che si realizzerà nell'Episcopio di Arezzo - ha specificato l’arcivescovo Riccardo Fontana -. Un progetto ampio e significativo che verrà realizzato per stralci funzionali. La prima parte dei lavori si sta realizzando grazie a un sostanzioso contributo di Banca Etruria. Il contributo di Banca Etruria ha una valenza fortemente simbolica oltre che reale, perché ci permette di avviare il cantiere; è una scelta di campo, una scelta per il territorio condivisa con il presidente Fornasari”.
“Il sostegno dato dalla Banca alla Diocesi per questa eccellente iniziativa è il segno della sensibilità del nostro Istituto a interventi strutturati di carattere sociale, culturale di grande rilievo” ha dichiarato Giuseppe Fornasari Presidente di Banca Etruria. “Una forma di attenzione ad un’importante operazione di valorizzazione della città di Arezzo in linea con i principi e i valori di una Banca di natura popolare come la nostra, da sempre vicina al suo territorio”.
“Giorgio Vasari iniziò la sua attività in un laboratorio orafo. Nel nuovo museo, che si chiamerà MUDAS (Museo diocesano di arte sacra), avremo una collezione di argenti significativa, con opere tra gli altri dello Spagna. Il mondo ecclesiastico è pieno di opere di argenteria che non si sa mai come far restaurare. Per questo ci sarà anche un laboratorio in grado di mostrare l’abilità degli orafi aretini. Che l'architetto Giovanni Raspini si proponga per il restauro di questi materiali è un modo concreto per mostrare cosa sappiamo fare. Inoltre, è previsto un secondo laboratorio per il restauro di tessuti preziosi di arte sacra. La diocesi di Arezzo-Cortona-Sansepolcro è assai ricca di tutti questi materiali e abbiamo anche il know how adeguato. Infine vorremmo recuperare il giardino retrostante l’Episcopio per accogliere i visitatori. Ci piacerebbe che possa essere alla maniera nord europea, cioè uno spazio aperto alla città dove sia possibile incontrarsi. Questo lavoro è pensato in funzione dei giovani della città, per offrire loro posti di lavoro e opportunità culturali. L’antico palazzo dei vescovi si apre alla cittadinanza per condividere con gli aretini anche questa risorsa del territorio”.
Il Presule ha ringraziato per la corale collaborazione ottenuta nell'allestimento dell'evento culturale e ha menzionato i principali sponsor dell'iniziativa Banca Etruria di Arezzo, l'Ente Cassa di Risparmio di Firenze e la Cattolica Assicurazioni, Agenzia di Arezzo; il Comune, la Provincia, la Soprintendenza e la Camera di Commercio di Arezzo e la Regione Toscana, hanno concesso il loro patrocinio.
L'esposizione che l'Arcivescovo ha voluto collocare nel contesto degli eventi cittadini dedicati a Vasari è stata inaugurata dal Sindaco di Arezzo avv. Giuseppe Fanfani. Le opere sono collocate in cinque sale del piano terra del Palazzo Vescovile. Vi si accede da piazza Duomo numero 1, dalle 10 alle 18.30 di tutti i giorni e si protrarrà per la durata dell'Anno Vasariano.

Ulteriori informazioni sono reperibili al numero di telefono: 05754027268.


Periodo: la manifestazione si è tenuta in passato dal al ed è presa dal nostro archivio storico.
Se l'evento si ripeterà anche quest'anno per favore segnalaci le nuove date »


Giorgio Vasari: Santo è Bello si svolge nel mese di aprile, visualizza le altre pagine di Mostre: Mostre ad aprile in tutta Italia, Mostre in Toscana oppure le sole pagine di Mostre ad Arezzo.



Tutte le Manifestazioni in Toscana in corso:





Girando in Toscana... “Cinema sotto le Stelle!”
Il parco giochi “Il gioco è un diritto” alle 21.15 proiezioni cinematografiche, organizzate dalla Onlus “Il sorriso di Elisabetta”. Venerdì 28 Giugno – Oceania; Martedì 2 Luglio – La prima cosa bella; Venerdì 5 Luglio – Gli Incredibili; Martedì 9 Luglio – Quasi amici; Venerdì 12 Luglio – Big... [continua]

Ricco programma di eventi in occasione della Festa della Pubblica Assistenza. Sabato 7 Settembre alle 17.30: Inaugurazione dello sportello anti-violenza, presso la sede sociale; Alle 20.00: Cena sociale sotto le stelle, presso piazza XX Settembre, prenotazione obbligatoria entro giovedì 5... [continua]