Radio clandestina: Roma, le Fosse Ardeatine, la Memoria 2020


In: Veneto : Belluno : Belluno

Descrizione
Teatro Comunale
Ore 20:45

Uno spettacolo che farà ri-vivere, nel senso che farà ri-tornare a vivere, le 335 vittime delle Fosse Ardeatine. È la storia di quegli uomini sepolti da tonnellate di terra in una cava sull'Ardeatina e delle loro donne che li vanno a cercare.
Una storia tragica e di dolore che si consuma in poche ore, ma che ancora oggi è qualcosa di vivo nella memoria di Roma. Una storia di poche ore che viene però inserita nei 9 mesi di occupazione nazista a Roma, nei 5 anni di guerra e nei 20 anni di dittatura fascista.
Lo spettacolo si ispira al "L’ordine è già stato eseguito" di Alessandro Portelli, cui si ispira lo spettacolo di Ascanio Celestini.


Periodo: ATTENZIONE: La manifestazione si è tenuta in passato il , non si sa se si terrà anche nell'anno in corso e in quali date. Suggeriamo di verificare sul sito ufficiale della manifestazione.
Clicca qui per segnalare le nuove date »

Il testo è stato gentilmente fornito da: Teatro di Belluno


Radio clandestina: Roma, le Fosse Ardeatine, la Memoria si svolge nel mese di maggio, visualizza le altre pagine di Cultura e Spettacolo: Cultura e Spettacolo a maggio in tutta Italia, Cultura e Spettacolo in Veneto oppure le sole pagine di Cultura e Spettacolo a Belluno.


Tutti gli Eventi della settimana a Belluno e provincia:

  • dal al a Longarone (BL)
  • dal al a Feltre (BL)
  • Festa dello Gnocco nel mese di a Longarone (BL)


Tutte le Manifestazioni in Veneto in corso:





Girando in Veneto... “Sagra di Castellavazzo”
Sagra all'insegna del gusto e del divertimento organizzata gruppo Laebactes. In programma: Venerdì 19 Luglio dalle 19:30 apertura stand gastronomico con la specialità della serata " Frittura di pesce"; Alle 21:30 sotto il capannone della sagra la serata disco con in console DJ Bisso; Sabato 20... [continua]

Girando in Veneto... “Anecdotes on Origin”
La galleria A plus A, ospita da Sabato 31 Agosto la mostra Anecdotes on Origin, risultato di uno lungo lavoro di studio svolto dai curatori della School for Curatorial Studies Venice, e comprende lavori di artisti quali: Lea Cetera, Beth Collar, Jeschkelanger, Ella Littwitz, Arash... [continua]