Eventi Comune di Imperia


Percorso: Liguria : Imperia : Imperia

Ecco i prossimi eventi che si svolgono nel comune di Imperia:

  • dal al a Imperia (IM)
  • Interazioni cuore cervello dal al a Imperia (IM)

Non abbiamo eventi a Imperia oggi

Ecco i prossimi eventi che si svolgono nella provincia di Imperia:


Vedi tutti gli eventi a Imperia e in particolare le Sagre a Imperia, gli eventi a Imperia ad agosto e gli eventi a Imperia a settembre


Porto di Imperia Imperia: Imperia è il capoluogo di quella parte di Liguria anticamente chiamata Intemelia e sede di numerose aziende floricole e di un attrezzato porto turistico che nella stagione estiva diventa meta del turismo internazionale.

La città di Imperia deve il suo nome al fiume Impero, che separa Oneglia da Porto Maurizio, nel passato borghi rivali e oggi uniti in un unico comune: Porto Maurizio, a ponente, è arroccato sul promontorio del Parasio ed è un centro prevalentemente turistico. Già nel Medievo era centro economico e commerciale di rilievo e fu sempre libero comune legato a Genova fin dal XIII secolo. Imperia Porto Maurizio è la parte più intricata e pittoresca della città.

Oneglia, invece, a levante, si estende nella breve pianura alluvionale creata sulla foce sinistra del torrente Impero e si raccoglie intorno alla piazza Dante, dalla quale si sviluppano alcune delle principali e moderne strade della città. Imperia Oneglia fu fondata dopo il Mille come feudo del vescovo di Albenga, successivamente venduto alla famiglia genovese dei Doria e poi ceduta, nel 1576, ai Savoia. Questa è la parte della città più industriale.

La rivalità tra le due 'fazioni' era dovuta alla concorrenza commerciale e alla differente organizzazione amministrativa dei due centri. Il superamento di questa sfida risale al 1923, quando il 21 ottobre nacque la città dall'unione di ben undici comuni. Testimonianza di questo passato tormentoso risiede nel palazzo comunale, edificato in luogo equidistante sulla strada che unisce i due centri di Oneglia e Porto Maurizio.

Molti però sono ancora i segni di un passato di divisione: due palazzi del comune, due chiese principali, due stazioni ferroviarie e addirittura tre patroni.

Comuni recensiti nella provincia di Imperia: Cervo, Sanremo

Da Vedere: Imperia Oneglia: via Bonfante, con le adiacenti gallerie Isnardi e degli Orti, ospita i negozi più esclusivi della città. Nelle immediate vicinanze del porto, la vecchia Oneglia, con le antiche case dei pescatori e il palazzo dei Doria (signori della città). In via Palestro i resti della secentesca cinta muraria, edificata per volontà dei Savoia. Poco lontano, il complesso settecentesco dei Scolopi, affiancato dalla chiesa dell'Annunziata a facciata neoclassica.

Da non perdere la parte della città che si estende sulle pendici di capo Berta, un promontorio sul mare che, tra palme, cipressi e ulivi, ospita la Casa Rossa, dimora del poeta Angiolo Silvio Novaro.

Per chi è alla ricerca di negozi specializzati in gastronomia deve assolutamente percorrere via San Giovanni e via dell'Ospedale.

Il nucleo medievale del borgo offre vista incomparabile sul golfo e suggestivi scorci dalle logge di Santa Chiara, poste a dirupo sul mare, al limite dell'antica cinta muraria. Accanto, l'oratorio e la casa natale di San Leonardo (ardente predicatore francescano, oggi patrono della città di Imperia) e l'oratorio di San Pietro, a facciata barocca. In stile neoclassico, invece, il duomo, dedicato a San Maurizio, maestosa costruzione, eretta tra il 1781 e il 1838, all'esterno del centro storico.

Imperia Porto Maurizio: borgo arroccato sul promontorio del Parasio, caratterizzato da strade e stradine tortuose, tutte in salita, da cui godere una vista unica sul golfo. Il Duomo in stile neoclassico e dedicato a San Maurizio fu eretto tra il 1781 e il 1838, all'esterno del centro storico.

Ai piedi del Parasio troviamo gli antichi borghi della Marina e della Foce attrezzati con numerosi stabilimenti balneari.

A Borgo Marina troviamo una delle più belle spiagge della riviera di ponente: la Spiaggia d'Oro.

Museo dell'Olivo, Via Garessio, 11: nato dall'allestimento espositivo delle collezioni raccolte durante decenni dalla Famiglia Carli, fondatrice nel 1911 dell'industria olearia Fratelli Carli. Il museo è ospitato in una palazzina liberty costruita durante gli Anni Venti circondata dallo stabilimento oleario.
Il museo è aperto a tutti gratuitamente.
L'orario delle visite è dalle 9 alle 12,30 e dalle 15 alle 18,30 dal lunedì al sabato.
Giorno di chiusura: domenica.

Museo navale internazionale del Ponente Ligure, Piazza Duomo 11: aperto il martedì dalle 9 alle 11. Ingresso gratuito. Strutturato in 14 sezioni contenenti cartografia cantiristica ed attivita' marinare. Alcune sale sono interamente dedicate alle uniformi, alla vela e alla marina da guerra.


Gastronomia e Vini: La tradizione culinaria di questa zona è insuperabile: non è cambiata, per esempio, la Piscialandrea, la pizza che la città dedicò ad Andrea Doria.

Ancora nel forno a legna vengono cotte le Curunete, corone di patatine infilzate su un filo e il coniglio alla paesana viene preparato rigorosamente nelle pentole di coccio. Molti i ristoranti in cui viene cucinato il pesce fresco del golfo: spada, tonno, orate e il Rundanin. Straordinarie
le frittelle di gianchetti o rossetti. E la bouillabasse, zuppa tipica di pesce locale di scoglio.

Le erbe aromatiche, spontanee o coltivate, che si trovano tutto l'anno, come il timo, la
maggiorana, l'origano, il basilico e l'alloro, sono il segreto di piatti inimitabili, come il Barbagiuai di Apricale, prelibate frittelle di ricotta alle erbe, con riso e zucchine.

Per secoli la produzione dell'Olio fu l'unica vera ricchezza di questa zona: un olio leggero, dal gusto delicato, adatto per accompagnare verdure crude e pesce. Infatti, nella riviera di Ponente è difficile trovare una ricetta che non preveda l'uso dell'olio di oliva del posto.

A esaltare i sapori, infine, i tradizionali vini delle colline dietro il mare. Il Vermentino, bianco delicato e fragrante, di Diano Castello. Il Pigato, bianco leggermente amarognolo mandorlato, delle vigne di Ranzo
e Pieve di Teco. L'Ormeasco, celebre rosso, asciutto e corposocon la sua versione più leggera lo Sciacchetrà, dei vitigni di Pornassio. Il Rossese di Dolceacqua, vino
DOC, secco e delicato, di un leggero color rubino, bevibile con tutti i piatti.


Come Arrivare: In auto:
autostrada dei Fiori A10 uscire al casello di Imperia Est se si vuole raggiungere Imperia-Oneglia; proseguire e uscire al casello di Imperia Ovest se si vuole raggiungere Imperia-Porto Maurizio.

In treno:
stazioni ferroviarie di Imperia

In aereo:
gli aeroporti più vicini sono quelli di Genova (95 km) e Nizza.


Il testo è stato gentilmente fornito da: Redazione Giraitalia

Comuni recensiti nella provincia di Imperia: Cervo, Sanremo

Ecco gli eventi e manifestazioni che abbiamo presenti nella provincia di Imperia: Altre Manifestazioni, Eventi Artistici, Sagre, Mercatini, Eventi Religiosi, Cultura e Spettacolo, Fiere, Eventi Sportivi, Eventi Folkloristici, Antiquariato e Collezionismo, Raduni, Congressi