Eventi Comune di Lamon


Percorso: Veneto : Belluno : Lamon

Ecco i prossimi eventi che si svolgono nel comune di Lamon:


Non abbiamo eventi a Lamon oggi

Ecco i prossimi eventi che si svolgono nella provincia di Belluno:


Vedi tutti gli eventi a Belluno e in particolare le Sagre a Belluno, gli eventi a Belluno a giugno e gli eventi a Belluno a luglio


Veduta dall'alto dell'altipiano di Lamon Lamon: L’altopiano di Lamon si apre alle soglie delle Dolomiti di Primiero – San Martino e del parco delle Dolomiti Bellunesi: lembo estremo del Feltrino Occidentale, è legato al resto del territorio rispettivamente dai percorsi ideali del torrente Cismon e dell’Antica Via Claudia augusta. Il territorio lamonese è caratterizzato da oltre 5400 ettari di verde che si distende dai 400 ai 2000 metri di altitudine (il centro del paese si trova a 600 metri s.l.m) in un clima tipicamente montano – alpino.
Da millenni la vita è presente nell’altopiano lamonese, come testimonia il notevole ritrovamento di un cacciatore preistorico avvenuto nel 1988 in Val Rosna, sul versante sovramontino del Cismon. Più recenti sono invece i resti di fauna fossile rinvenuti nella grotta di San Donà. Tra questi rivestono particolare importanza paleontologica quelli relativi all’ Ursus Speleus, un orso di grandi dimensioni diffuso sull’ arco alpino (lo scheletro di uno di questi orsi è stato completamente ricostruito ed è visibile nell’ atrio del municipio)
Il territorio lamonese, romanizzato intorno al I secolo d. C., era attraversato dalla Via Claudia Augusta, una strada militare che collegava Altino con la Rezia. Il suo percorso era disseminato di fortificazioni, una delle quali sorgeva molto probabilmente sul Colle di San Pietro, dove venne poi edificata l’omonima chiesa parrocchiale. Tra la fine dell’800 e l’inizio del ‘900 sono state rinvenute numerose tracce di romanizzazione (tombe, gioielli, monete) sia sul colle sia nella zona circostante. A poche centinaia di metri dal centro, sulla strada per San Donato, è visibile un ponte romano, recentemente restaurato, sulla Claudia Augusta.
Al periodo altomedioevale risale il calice del Diacono Orso, databile tra il V e il VI secolo e oggi conservato nella casa canonica di Lamon.
Fin dal medioevo l’economia lamonese era fondata su attività agro-pastorali e fino al dopoguerra più di 700 famiglie vissero di questa attività.
A partire dal XII secolo il paese cominciò ad organizzarsi i forma di comunità rurale: la Pieve nasceva come entità religiosa e godeva di ampia autonomia.
A partire dal 1330 la pieve di Lamon si diede una serie di norme scritte, raccolte nella “Regola”, relative all’uso dei pascoli, all’allevamento del bestiame, allo sfruttamento del territorio. L’intera comunità, attraverso l’assemblea dei capifamiglia e dei funzionari, partecipava al governo della Pieve, che mantenne per qualche secolo un forte grado di autonomia, favorita da un’organizzazione contrassegnata dall’immobile perpetuarsi della tradizione e da un rigido particolarismo.
Nonostante la sottomissione alla Repubblica di Venezia del territorio feltrino nel 1404, gli statuti locali continuarono a conservare la loro validità, ma il dominio della Serenissima si fece progressivamente più pesante.

Comuni recensiti nella provincia di Belluno: Comelico Superiore, Tambre d'Alpago

Da Vedere: Ponte Romano sulla Via Claudia Augusta, Chiesa di San Pietro

Gastronomia e Vini:
IL FAGIOLO

Il fagiolo di Lamon è prodotto con metodi tradizionalmente ecologici, accuratamente selezionato e pazientemente coltivato. Nel 1993 è nato il “Consorzio per la tutela del fagiolo di Lamon e della vallata bellunese” e nel 1996 il fagiolo ha ottenuto il marchio I.G.P.
Ci sono 4 principali varietà di fagiolo di Lamon:
Spagnolet (forma rotondeggiante con striature rosso brillante su fondo bianco sporco);
Spagnol (forma ovoidale con striature rosso vinose);
Calonega (forma schiacciata con striature rosso vivo su fondo bianco sporco);
Canalin (forma ovoidale con striature rosso cupo su fondo bianco panna)

Alcune Ricette tipiche:
IL PENDOLON (piatto unico)
Il “pendolon” è un antico piatto lamonese a base di patate e fagioli. Varie le motivazioni del suo nome: da “pendola” (cuneo di legno) perché veniva tagliato a spicchi, oppure da “pendolar” (penzolare) perché veniva inserito nella manica dei pastori chiusa all’ imboccatura con un legaccio e così, lungo il trasporto, penzolava alle spalle.
INGREDIENTI (per 5 persone)
1Kg. di fagioli; 3 Kg. di patate; 1 cipolla piccola; 100 gr. di pancetta tagliata a dadini; 30 gr. di burro, lardo o pancetta
PREPARAZIONE
Cuocere i fagioli precedentemente ammollati. Cuocere le patate in un paiolo di rame. Passare al passaverdura patate e fagioli assieme nel paiolo rimesso a fuoco, aggiungere sale e il sugo del soffritto di cipolla e lardo (burro o pancetta) precedentemente preparato. Mescolare con vigore per 10 minuti circa fino a raggiungere una consistenza soda. Quindi rovesciare il tutto in un tagliere. Si consuma sia caldo che freddo.

TAGLIATELLE CON SUGO DI FAGIOLI
INGREDIENTI (per 4 persone)
200 gr. di fagioli di Lamon (cotti); 100 gr. polpa di pomodoro; carote, sedano, cipolla; olio extravergine di oliva; sale, pepe, peperoncino; 400 gr. tagliatelle all’uovo
PREPARAZIONE
Lessare i fagioli in acqua. A parte soffriggere nell’olio d’oliva un trito di carota, sedano e cipolle: aggiungere polpa di pomodoro. Unire a questo composto circa la metà dei fagioli lessati e interi, tutta l’acqua di cottura ed i rimanenti fagioli passati al passaverdura. Ultimare la cottura a fuoco lento ed aggiustare il sapore unendo sale, pepe, e peperoncino. Condire le tagliatelle(rigorosamente fatte in casa) e servire con parmigiano e un filo di olio d’oliva.


Come Arrivare:
Da Belluno 50 Km direzione Fiera di Primiero
Da Feltre 20 Km direzione Fiera di Primiero
Da Fiera di Primiero 20 Km direzione Feltre
Da Padova 120 Km direzione Bassano del Grappa-Primolano-Arsiè


Il testo è stato gentilmente fornito da: Cavallari Fabio

Comuni recensiti nella provincia di Belluno: Comelico Superiore, Tambre d'Alpago

Ecco gli eventi e manifestazioni che abbiamo presenti nella provincia di Belluno: Sagre, Altre Manifestazioni, Eventi Folkloristici, Fiere, Mercatini, Cultura e Spettacolo, Eventi Sportivi, Raduni, Antiquariato e Collezionismo, Eventi Artistici, Congressi, Eventi Religiosi