Eventi Comune di Collegno


Percorso: Piemonte : Torino : Collegno

Ecco i prossimi eventi che si svolgono nel comune di Collegno:


Non abbiamo eventi a Collegno oggi

Ecco i prossimi eventi che si svolgono nella provincia di Torino:


Vedi tutti gli eventi a Torino e in particolare le Sagre a Torino, gli eventi a Torino a dicembre e gli eventi a Torino a gennaio

SPECIALE FESTE: scopri gli eventi a Torino a Capodanno 2019, per l'Epifania 2019, per l'Immacolata 2019, a Natale 2019, per il 31 Dicembre 2019!


Certosa di Collegno Collegno: Il primo nucleo sorse nel I secolo a.c. come “mansio” (fermata) sulla strada che collegava la neonata Torino (28 a.c.) alla Gallia. Collegno, che allora si chiamava Ad Quintum perché distante 5 miglia da Torino, non era che una località di passaggio, e fin dalla nascita venne attrezzata per accogliere i viandanti e rendere più sicuri i percorsi di viaggio. Col passare del tempo crebbe in espansione e intorno ad essa cominciarono a fiorire attività di vario tipo; con la creazione di un Collegio sacerdotale voluto dai Flavi nel I secolo d.c., prese il nome di Collegium, da cui deriva quello attuale. Cadde sotto il dominio dei Savoia intorno all’anno 1000, e salvo qualche parentesi la sua storia risentì costantemente delle vicende torinesi dal medioevo all’era moderna. Devastata e ricostruita più volte dalle lotte al potere, non potè sottrarsi alla furia delle pestilenze che imperversarono in varie riprese dal XIV al XVII secolo. Fu sotto il dominio di Napoleone finchè il Congresso di Vienna non restituì a Vittorio Emanuele I le terre di Savoia. I cambiamenti più significativi per la sua comunità avvennero nel corso del XIX secolo con la costruzione della linea ferroviaria Torino – Rivoli, che diede un contributo notevole allo sviluppo urbano e commerciale della città. Verso la fine dell'800 Collegno divenne un affermato centro industriale e diede vita al villaggio Leumann di circa 900 lavoratori. I conflitti mondiali del XX secolo la videro tuttavia provata sul fronte demografico e su quello della produttività. Di forte vocazione socialista, visse in maniera oppositiva il periodo della dittatura fascista. All’indomani della seconda guerra, sull'onda dell'industrializzazione e del boom capitalistico degli anni ’50, venne investita dal flusso di immigrazione che ne modificò sensibilmente l’aspetto e le dimensioni. Collegno è Città dal 1980 e conta circa 50.000 abitanti.

Comuni recensiti nella provincia di Torino: Rondissone, Sestriere

Da Vedere: La Certosa: fu edificata tra il XVII e XVIII secolo con l’arrivo dei padri certosini a Collegno da Chartreuse. Divenne un Ospedale Psichiatrico a partire dal 1852.
Il portale fu realizzato nel 1737 secondo il progetto di Filippo Iuvarra, e la facciata è arricchita da due statue raffiguranti la fede e la carità. Fra gli interni ricordiamo l’aula hospitalis, che i padri Certosini adibirono inizialmente a farmacia e successivamente a Sala della Presidenza del Regio Manicomio, e la “Cripta”, ove si conservano le sepolture di dieci Cavalieri dell'Ordine della Santissima Annunziata.

Il castello: fu costruito nel 1171 per volere di Umberto III Conte di Savoia. Con un ponte levatoio e cinque torri rotonde a difesa, il Castello fu distrutto nel 1200 dai Torinesi e poi ricostruito da Guglielmo VII del Monferrato alla fine del secolo. La facciata, completata nel 1700, viene attribuita normalmente al Guarini.

Il vecchio ponte: viene datato agli inizi del XVIII secolo ed è costituito da due ponti accostati fra loro, uno a tre arcate in mattoni e pietre, l’altro a cinque arcate tre delle quali sopra la Dora. Fu distrutto dai tedeschi nel 1945.

Il Villaggio Leumann: fu progettato fra la fine dell’800 e gli inizi del 900 dall'ingegnere Pietro Fenoglio e fondato dall'imprenditore Napoleone Leumann. Centro di spicco per l’industria tessile, fu predisposto ad accogliere gli operai e corredato con i principali servizi quali scuola, chiesa, ufficio postale, stazionetta del treno e botteghe. Tuttora esistente e visitabile, il villaggio è sede di uno fra i più importanti Ecomusei della provincia di Torino.

La fontana: progettata e realizzata da Giacomo Guglielmotti, dal 1904 si trova in piazza IV novembre.


Gastronomia e Vini: A Collegno è possibile gustare i piatti della tradizione torinese e piemontese, a partire dalla pasta fresca con il sugo d’arrosto, o arricchita con il tartufo, alle carni brasate nel vino, il formaggio robiola, e il cioccolato gianduia. Da accompagnare alla carne il vino rosso Barbera, mentre è consigliabile per i dolci il bianco passito di Caluso.

Come Arrivare: In auto
Autostrada A5 Torino-Aosta, e A4 Torino-Milano-Trieste, in direzione tangenziale nord, uscita Corso Francia
Autostrada A6 Torino-Savona e A21 Torino-Piacenza-Brescia, in direzione tangenziale sud, uscita Corso Francia
Chi utilizza le autostrade in prossimità di Torino seguire l’indicazione TANGENZIALE NORD. Percorrere la tangenziale fino a USCITA CORSO FRANCIA.

In treno
Collegno si trova sulla linea ferroviaria di Torino Porta Nuova (a circa 10 minuti).


Il testo è stato gentilmente fornito da: Redazione Giraitalia

Comuni recensiti nella provincia di Torino: Rondissone, Sestriere

Ecco gli eventi e manifestazioni che abbiamo presenti nella provincia di Torino: Eventi Artistici, Fiere, Sagre, Cortei Storici, Raduni, Cultura e Spettacolo, Concerti, Mercatini, Antiquariato e Collezionismo, Eventi Religiosi, Altre Manifestazioni, Eventi Sportivi, Eventi Folkloristici, Congressi