Eventi Comune di Lipari


Percorso: Sicilia : Messina : Lipari

Ecco i prossimi eventi che si svolgono nella provincia di Messina:

  • il a Santa Lucia del Mela (ME)
  • "Conversazione in Sicilia" - c/o Teatro Vittorio Emanuele dal al a Messina (ME)
  • "Agata" - c/o Teatro Vittorio Emanuele dal al a Messina (ME)
  • Sposilando - Mostra mercato specializzata dal al a Capo d'Orlando (ME)
  • Le più belle poesie e lettere d'amore di tutti i tempi con melodie e canzoni di oggi dal al a Messina (ME)
  • "La lunga vita di Marianna Ucria" - c/o Teatro Vittorio Emanuele dal al a Messina (ME)
  • Festa di S. Giuseppe con la "vampata" il a Pettineo (ME)
  • Festa di San Giuseppe con la raccolta dei “panutteddi il a Floresta (ME)
  • Festa di San Giuseppe e i tradizionali falò il a Pettineo (ME)
  • Festa di S. Giuseppe il a Floresta (ME)
  • Processione Apostoli con benedizione delle Palme il a Longi (ME)
  • Sacra rappresentazione vivente dal al a San Filippo del Mela (ME)
  • Abballu di li giudei dal al a San Fratello (ME)
  • Visita ai Sepolcri nelle chiese del paese il a Mistretta (ME)
  • Processione delle Varette il a Santa Domenica Vittoria (ME)
  • Processione del Cristo morto e dell’Addolorata il a Galati Mamertino (ME)
  • Festa della Madonna SS.ma Annunziata il a Brolo (ME)
  • Processione delle varette nel quartiere di S. Pancrazio e Via Crucis il a Giardini Naxos (ME)
  • Festa della SS. Annunziata il a Casalvecchio Siculo (ME)
  • Festa della Madonna Annunziata il a Ficarra (ME)

Vedi tutti gli eventi a Messina e in particolare le Sagre a Messina, gli eventi a Messina a gennaio e gli eventi a Messina a febbraio

SPECIALE FESTE: scopri gli eventi a Messina a San Valentino 2020, a Carnevale 2020!


Lipari - Panorama Lipari: Il comune di Lipari comprende le isole di Vulcano, Panarea, Stromboli, Alicudi e Filicudi.
L’antica Melegunis è l’isola più grande dell’arcipelago Eoliano con i suoi 37,5kmq di superficie.
L’isola fu abitata sin dall’antichità grazie anche alla presenza dell’ossidiana, una pietra molto dura e tagliente particolarmente adatta per la costruzione di armi ed utensili da lavoro.
Lipari ha alternato periodi di splendore a grandi periodi di oscurità dovuti alle aggressioni di popolazioni straniere fra cui ricordiamo quella più feroce ad opera del Barbarossa, alleato con i francesi contro Carlo V, che nel 1544 invase l’isola, la saccheggiò, ne bruciò le case, deportando oltre 8000 abitanti come schiavi. Praticamente le testimonianze delle fasi salienti della storia di Lipari si trovano intorno al castello ed alla cittadella fortificata con mura di cinta fatte costruire proprio da Carlo V successivamente all’invasione del Barbarossa.
Se nell’antichità la ricchezza dell’isola fu dovuta all’ossidiana, nell’epoca più moderna, fino agli anni 70 circa, fu la pietra pomice la maggiore risorsa per i Liparoti.

Comuni recensiti nella provincia di Messina: Floresta, Giardini Naxos, Malfa, Montagnareale, Panarea, Patti, Santa Marina Salina

Da Vedere: Giro dell’Isola: Prima di intraprendere qualsiasi altro itinerario si consiglia il viaggiatore di effettuare il giro dell’isola, un percorso di ca 27 km attraverso il quale è possibile godere di panorami mozzafiato.

Il Castello: Detta anche Cittadella, antica Acropoli greca che nel XIII secolo fu cinta da mura che vennero successivamente rinforzate (sec. XVI) da Carlo V in seguito al saccheggio del Barbarossa.
Sulla destra si trova la chiesa di Santa Caterina dove si diramano una serie di scavi archeologici.
Alle spalle si trovano la piccola chiesa dell’Addolorata e la Chiesa dell’Immacolata.

Chiesa di San Bartolomeo: Si trova sul lato sinistro della cittadella ed è dedicata al patrono della città che viene festeggiato quattro volte all’anno. La base della chiesa è di origine medievale ma è stata ricostruita dagli spagnoli. La facciata è del sec. XIX mentre il chiostro annesso è in stile normanno.

Museo Archeologico: Anch’esso si trova all’interno delle mura e merita una visita per la ricchezza delle opere esposte. La visita alle varie sezioni del museo ci permette di ripercorrere le varie fasi storiche dell’isola, dalla preistoria fino all’epoca classica. Si trovano anche sezioni dedicate ai fenomeni vulcanologici e all’archeologia marina. Di particolare bellezza sono le sale V e VI dove sono esposti i vasi di origine micenea giunti a Lipari probabilmente come merce di scambio per le materie prime.

Cave di Pomice: Nella baia di Porticello si trovano molte fabbriche di pomice, di cui solo una è oggi attiva. Qui si possono ammirare montagne di sabbia molto fine derivante dagli scarti della lavorazione di questa pietra porosa e leggerissima. Questi pendii di sabbia, ormai compatti, arrivano fino al mare rendendo il colore dell’acqua simile a quello dei tropici.

Panarea, Vulcano, Stromboli, Alicudi e Filicudi: Da Lipari si possono facilmente effettuare escursioni nelle isole che si trovano sotto il proprio comune (ma anche a Salina che è comune autonomo), sia con barche private che con gli aliscafi di linea. Si consiglia di visitarle tutte in quanto ognuna di loro ha peculiarità diverse. Le più selvagge sono Filicudi ed Alicudi, in quest’ultima non si trovano automobili ed è particolarmente indicata per gli amanti delle immersioni subacque.
Stromboli, che suscita l’interesse di molti vulcanologi a livello mondiale, è particolarmente suggestiva di notte quando il vulcano regala spettacolari effetti dovuti alle eruzioni.
Panarea è la più piccola isola di tutto l’arcipelago e offre baie bellissime come quelle di Basiluzzo e Lisca bianca.
Vulcano è famosa per le sue acque sulfuree e le spiagge di sabbia nera.

Simpaticissimo....sulle vie del centro il vicolo dei Vip... ideato da Bartolino Leone

Per ulteriori informazioni visitare il nostro sito dedicato alle Isole Eolie: http://www.isolelipari.it


Gastronomia e Vini: La gastronomia di Lipari è soprattutto caratterizzata da ottimi piatti di pesce sempre fresco e di ottima qualità visto l’alto grado di salinità dei propri mari. Famosi sono anche i capperi che accompagnano molte pietanze.
Fra le specialità di pesce si segnalano fra gli altri la zuppa di scorfani e gli involtini di pesce spada, fette di pesce spada tagliate finemente e riempite con un impasto di pan grattato, formaggio prezzemolo ed aglio, cotti alla griglia e serviti come spiedini. I secondi sono spesso accompagnati dall’insalitina alla liparota fatta con pomodorini freschi, capperi ,origano e mozzarella.
Si possono però gustare anche ottimi piatti a base di carne come il coniglio in agrodolce e la “carne china” , involtini di carne ripieni con pan grattato, prosciutto cotto o mortadella, formaggio, prezzemolo ed aglio serviti in sugo di carne, la cosiddetta “caponata”.
Ottimi sono anche i piatti a base verdure come la pasta con le melanzane, la parmigiana ed i peperoni ripieni.
Non ci sono particolari vini da segnalare anche se sono ottimi quelli locali.
Rinomata è invece la “Malvasia”, un vino dolce fatto con uva passita che accompagna le varie specialità di docetti a base di mandorle.


Come Arrivare: Da Milazzo: Collegamenti giornalieri in traghetto o in aliscafo
Da Napoli: In nave due giorni alla settimana in inverno e tutti i giorni da giugno a settembre
Aliscafi giornalieri nel periodo estivo
Aliscafo da Reggio Calabria e Messina: dal lunedì al sabato collegamenti diretti – Da giugno a settembre anche la domenica.
Aliscafo diretto Paleremo-Lipari da giugno a settembre

In auto:
Autostrada : Messina-Palermo uscita Milazzo, per chi viene dal Nord, autostrada del Sole fino a Napoli.

In treno:
Stazione di Milazzo dove arrivano i principali treni che congiungono
Messina a Palermo

In aereo:
Aeroporto di Reggio Calabria, Catania o Paleremo. Si consiglia Reggio Calabria.


Comuni recensiti nella provincia di Messina: Floresta, Giardini Naxos, Malfa, Montagnareale, Panarea, Patti, Santa Marina Salina

Ecco gli eventi e manifestazioni che abbiamo presenti nella provincia di Messina: Fiere, Sagre, Eventi Artistici, Cortei Storici, Cultura e Spettacolo, Eventi Folkloristici, Altre Manifestazioni, Eventi Religiosi, Eventi Sportivi, Mercatini, Raduni, Sfilate e Moda